Atto vandalico - :: COMUNE DI LUZZARA ::

LUZZARA NON DIMENTICA | Percorso storico | Atto vandalico - :: COMUNE DI LUZZARA ::

L'atto vandalico del 1980

(cimitero di Luzzara)

 

 

cimitero3_grande.jpg

 

ANPI - COMITATO COMUNALE DI LUZZARA,
OTTOBRE 1980

VANDALI FASCISTI, HANNO CONSUMATO NELLA NOTTE TRA IL 21 E IL 22 OTTOBRE UN ATTO DI BARBARIE INAUDITA.


Introducendosi nottetempo nel locale cimitero, favoriti dalle tenebre, hanno con ferocia inumana, profanato e distrutto l'effige e le lapidi di memoria, nel sacrario dove riposano i resti dei corpi già seviziati e torurati, dei nostri cari eroici partigiani.
Non paga la teppaglia fascista, ha cercato ed individuato, tra centinaia di tombe, lapidi e loculi, quelle di tre ex-partigiani che recentemente ad immaturamente ci hanno lasciato, infierendovi contro con efferato accanimento distruggendone l'effige che li ricorda.
L'atto esecrabile, sta a dimostrare ancora una volta, dopo il vile attentato di Bologna, quanto il mostro fascista possa ancora colpire e quindi quanto sia necessario vigilare ed operare in modo unitario per debellare questo pericolo.
Luzzara martire e antifascista ha inteso dare una risposta chiara:
ha voluto esprimere tutto il suo sdegno, la sua rabbia, la sua repulsione, ma anche tutta la sua solidarietà alle famiglie, con un composto e dignitoso pellegrinaggio alle tombe e con una grande e spontanea quanto affollatissima manifestazione che ha percorso le vie del paese con le insegne del comune decorato, gli emblemi delle associazioni e delle organizzazioni sindacali.


E' STATA UNA RISPOSTA E UN AMMONIMENTO:
I PARTIGIANI, I CITTADINI, I LAVORATORI
DI LUZZARA, IL POPOLO ITALIANO E' UNITO
COME NELLA RESISTENZA, A RESPINGERE
IL FASCISMO E A DIFENDERE LE ISTITUZIONI
DEMOCRATICHE.
LA RESISTENZA CONTINUA!


L'ANPI mentre esprime la sua solidarietà alle famiglie così profondamente colpite, nei loro affetti e nel loro dolore, riconferma il suo impegno nella lotta democratica, contro la violenza e il terrorismo, per fermare e respingere ogni tentativo d'eversione, per difendere le istituzioni democratiche del Paese.
L'ANPI sollecita, confidando nelle forze dell'ordine, un rapido sviluppo delle indagini per assicurare alla giustizia i responsabili e riportare tranquillità e serenità fra le genti di Luzzara.

 

EVVIVA I NOSTRI EROICI CADUTI!
EVVIVA LA RESISTENZA!

 

 

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (1048 valutazioni)