Commemorazione del Brigadiere Capo Pasquale Iscaro - :: COMUNE DI LUZZARA ::

archivio notizie - :: COMUNE DI LUZZARA ::

Commemorazione del Brigadiere Capo Pasquale Iscaro

 
Commemorazione del Brigadiere Capo Pasquale Iscaro

Si è svolta il 28 luglio scorso, alla presenza delle massime autorità civili e militari della provincia di Reggio Emilia e di diversi cittadini, la commemorazione in onore del brigadiere capo Pasquale Iscaro deceduto nel 1998 a seguito di un conflitto a fuoco durante una rapina presso un istituto di credito di Luzzara.

Discorso del sindaco Andrea Costa

E’ con una certa emozione che partecipo, per la prima volta in veste di sindaco, alla cerimonia di commemorazione per il brigadiere capo Pasquale Iscaro deceduto il 28 luglio del 1998. Quando ci si trova al cospetto di così rilevanti testimonianze di fedeltà ai doveri, altruismo, e spirito di servizio ci si interroga sulla propria inadeguatezza. Una riflessione che è ancora più necessaria se si rivestono ruoli pubblici, in cui il servizio alla comunità deve essere davvero il fine unico e ultimo del proprio agire. Ecco, il brigadiere capo Pasquale Iscaro è uno di quei buoni esempi che ci servono. Servono a noi amministratori pro-tempore di un territorio, servono alla comunità tutta e servono in particolar modo alle giovani generazioni. Stiamo attraversando un momento difficile sotto tanti punti di vista, in cui con ogni probabilità saremo chiamati a scelte drastiche di riformismo nel sistema di welfare così come lo abbiamo concepito e vissuto fino ad ora. E in questo contesto una urgenza ineludibile è affrontare il disagio giovanile, evitare la dispersione di intelligenze, di motivazioni, di intere generazioni di uomini e di donne. Insomma, proprio nel momento in cui servirebbe uno sforzo ancora più profondo noi, invece, rischiamo di imboccare la strada in senso contrario. Avere iscritte nella storia del nostro paese figure come quella del brigadiere capo Pasquale Iscaro diventa allora un patrimonio straordinario da custodire e valorizzare. Su questa strada l’amministrazione che ho l’onore di guidare si è mossa da sempre e continuerà a farlo. Pochi giorni dopo l’insediamento, nell’aprile scorso, ho accompagnato insieme al vicesindaco Mirco Terzi, ad alcuni dipendenti comunali, al direttore dell’istituto comprensivo Roberto Ferrari e a diversi docenti, gli alunni della classe terza media che si è aggiudicata l’annuale borsa di studio intitolata al nostro Iscaro. Un viaggio alla scoperta delle istituzioni e dei valori fondanti della convivenza civile, il modo migliore per onorare il ricordo di questo straordinario militare dell’Arma dei carabinieri, l’occasione per visitare il Senato della Repubblica Italiana e il comando del Reggimento Corazzieri guidato, lo abbiamo scoperto solo una volta a Roma, dal colonnello Paolo Carra originario proprio di Luzzara. Da quell’incontro è nata la felice opportunità di accompagnare a Roma, pochi giorni dopo, un’altra classe di terza media accolta al Quirinale dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano. Si è trattato di  momenti che a nostro avviso rappresentano una straordinaria rilevanza. Confortanti dalla speranza che anche nei nostri ragazzi, i cittadini di oggi e di domani, promuovano la ricerca della legalità e della giustizia. Proprio come ha fatto il brigadiere capo Pasquale Iscaro.


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (0 valutazioni)